pagina principale di Hufschmid 
 indice degli scritti tradotti in italiano 

Bart Sibrel parla degli sbarchi sulla Luna delle missioni Apollo

14 settembre 2006

[l’originale è qui ]



Hufschmid_Interview-with-Bart-Sibrel-14Sep2006.mp3 4,4 MB
Per scaricare questo file sonoro clicca il tasto destro del mouse e seleziona Salva oggetto con nome
Al pari di milioni di persone al mondo, da bambino Bart Sibrel era affascinato dagli sbarchi sulla Luna effettuati nel corso del programma Apollo. Le pareti della sua camera erano piene di fotografie che ritraevano gli sbarchi sulla Luna delle missioni Apollo.

Anni dopo, da adulto, gli è giunta voce che la NASA aveva inscenato gli sbarchi sulla Luna delle missioni Apollo. Realizzando filmati per professione, decise di indagare sul programma Apollo e di fare un documentario al riguardo.


Bart Sibrel a partire dal 1996 impiegò cinque anni e 500,000 dollari in tale indagine e nella realizzazione di un documentario sul programma Apollo. Ne risultò A Funny Thing Happened On The Way To The Moon [letteralmente, Qualcosa di bizzarro accadde nel Viaggio verso la Luna]:
moonmovie.com/moonmovie

Nel corso delle sue ricerche acquisì molti filmati dall’archivio della NASA. Una delle custodie dei filmati era etichettata in modo incorretto e conteneva filmati che non erano stati editati per il pubblico. Conteneva un filmato non editato ripreso dalla navetta spaziale Apollo.

Se gli astronauti dell’Apollo fossero veramente andati sulla Luna, non sarebbe importante se qualcuno acquisisse un filmato non editato.

Questo particolare filmato non editato tuttavia mostra gli astronauti in orbita attorno alla Terra intenti ad allestire una fotografia in cui la Terra appare come una piccola sfera, come se fosse molto distante, creando quindi l’illusione che stessero orbitando a metà strada tra la Terra e la Luna.

Al pubblico doveva essere mostrata solo la porzione del filmato in cui la Terra appare piccola ma non la porzione in cui gli astronauti allestiscono tale fotografia.

Questo filmato dimostra che gli astronauti non sono mai andati oltre l’orbita della Terra, il che implica che l’intero sbarco sulla Luna è stato una messinscena.

Ulteriori informazioni sul suo filmato sono qui, in aggiunta a qualche spezzone:
moonmovie.com/moonmovie/default.asp?ID=7

Avete bisogno di altre prove?

Abbiamo centinaia di modi per dimostrare che gli astronauti del programma Apollo non sono mai andati sulla Luna. Come per l’attacco dell’11 settembre 2001, tuttavia chi difende la versione ufficiale ignorerà le nostre prove e metterà in ballo questioni a cui non siamo in grado di rispondere. Per esempio, chi difende il programma Apollo potrebbe chiedere,

“Bene, se gli astronauti non sono andati sulla Luna, dove hanno filmato gli sbarchi sulla Luna?”
Per chi tra voi è al corrente delle questioni sull’attacco dell’11 settembre, questa domanda è analoga alla seguente:
“Bene, se il volo 77 non si è schiantato nel Pentagono, dov’è?”


Non serve sapere dove sia il volo 77 per dimostrare che non ha colpito il Pentagono e non serve sapere tutti i dettagli del programma Apollo per dimostrare che gli sbarchi sulla Luna siano stati una messinscena.

I riflettori sulla Luna non sono una prova!

Come ulteriore esempio, chi difende la tesi dell’Apollo afferma che c’è un riflettore sulla Luna.

Si noti comunque che presumibilmente anche i sovietici installarono sulla Luna un riflettore, facendo uso di una navicella spaziale senza equipaggio. Gli stessi statunitensi mandarono sulla Luna sonde senza equipaggio.

La presenza di un riflettore sulla Luna non dimostra che alcuni esseri umani siano sbarcate sulla Luna, ma piuttosto che c’è un riflettore sulla Luna.

Per inciso, dove sono le prove che c’è un riflettore sulla Luna? Coloro che dichiarano che ci sia un riflettore sulla Luna sono gli stessi che ci dicono che sono stati gli incendi a fare crollare gli edifici del World Trade Center [in occasione degli attacchi dell’11 settembre 2001].

Nel nostro governo e nelle nostre università non c’è penuria di mentitori, idioti, e stupidi.

Chi c’era sulla “Luna”?

Bart Sibrel mostra che Neil Armstrong, Buzz Aldrin, e Michael Collins stavano orbitando attorno alla Terra quando presumibilmente si sarebbero dovuti trovare a metà strada tra la Terra e la Luna.

Ciò solleva la seguente questione: se gli astronauti stavano orbitando attorno alla Terra per tutto il tempo, chi c’era sulla “Luna”?

Due possibilità sono:

A) Gli astronauti sulla “Luna” erano attori.

B) La NASA ha filmato le scene degli sbarchi sulla Luna settimane prima.


Bart Sibrel sostiene l’opzione A. Ritiene che gli astronauti che orbitavano attorno alla Terra fornivano il sonoro mentre gli attori sulla “Luna” rimanevano muti.

A confondere la situazione c’è poi un filmato in cui si vede un faretto dell’illuminazione [da studio di registrazione] cadere proprio quando Armstrong sta per mettere piede sulla superficie lunare:
video.google docid=2978000599933199881

Bart Sibrel ritiene che tale filmato sia stato realizzato per scherzo, benché riconosce la possibilità che possa essere stato fatto dal governo allo scopo di screditare le teorie che sostengono che gli sbarchi sulla Luna delle missioni Apollo fossero messinscene.

Si consideri poi la possibilità che quel filmato riprendesse una prova generale degli sbarchi sulla Luna delle missioni Apollo. Questo significherebbe che le scene degli sbarchi sulla Luna delle missioni Apollo sono state filmate prima che il modulo spaziale Apollo 11 venisse lanciato.

Che cosa ne pensate?

Perché i sovietici non smascherarono la bufala degli sbarchi sulla Luna delle missioni Apollo?

Ritengo che i sovietici non vollero smascherare la verità sul programma Apollo perché gli Stati Uniti avrebbero potuto reagire portando alla luce alcuni crimini commessi dai sovietici, come ho scritto qui:
RebuttalsToScienceChallenge-I.html

Bart Sibrel fa notare che l’Unione Sovietica -- ed altre nazioni -- piuttosto che smascherare il programma Apollo avrebbero preferito ricattare il governo statunitense.

Gli astronauti sono persone felici?

Ci furono sei differenti squadre di astronauti che sono sbarcate sulla Luna, e precisamente: dall’Apollo 11 all’Apollo 17, dato che l’Apollo 13 ha solo orbitato attorno alla Luna.

Presumo che gli astronauti si credano persone speciali, ma hanno vissuto serenamente da quando sono tornati dalla Luna? Sono orgogliosi di cosa hanno fatto agli Stati Uniti?

Nessuno degli astronauti sembra una felice; sembrano piuttosto che si nascondano, proprio come fanno i criminali.

Suggerisco di considerare gli astronauti utili idioti, stupidi, penosi, e perdenti. Hanno avuto un effetto estremamente nefasto sugli Stati Uniti.

David Wolper, un amico di Neil Armstrong, e Penn & Teller sono probabilmente tra i pochi a ridere per il programma Apollo:
Axis_of_Perverts2-I.html
DoesDavidWolperHaveRedeemingSocialValue-I.html

Perché chi promuove gli UFO promuove anche l’Apollo?

La maggior parte dei truth seeker per la verità sull’11 settembre difende o ignora il programma Apollo. La maggior parte della gente che crede agli UFO e ai cerchi nel grano (*) difende o ignora la questione del programma Apollo. Si tratta di una coincidenza? Perché nessuno di loro porta alla luce la verità sulle missioni Apollo?

Ritengo che la maggior parte dei truth seeker per la verità sull’11 settembre e di coloro che promuovono gli UFO lavorino per la stessa rete criminale. Chi promuove gli UFO potrebbe aver dato una mano a inscenare gli sbarchi sulla Luna delle missioni Apollo e potrebbe essere stato coinvolto nella costruzione di questo disco volante:
FlyingSaucers-I.html

 (*) (ndt) I crop circles, letteralmente cerchi nel grano, sono figure geometriche “disegnate” nei campi di grano che qualche tempo fa spesso occupavano gli spazi di cronache con persone che parlavano di alieni o di altre stupidaggini. Si è presto dimostrato che questi “disegni” venivano realizzati schiacciando le spighe, tipicamente di notte in modo furtivo: un lavoro di poche ore che impegnava un esiguo numero di persone con strumenti alquanto primitivi.

Astronauts Gone Wild

Bart Sibrel ha realizzato anche un filmato intitolato Astronauts Gone Wild [letteralmente, Gli astronauti sono impazziti]. Per questo filmato, rintraccia molti astronauti perché parlino degli sbarchi sulla Luna delle missioni Apollo facendoli giurare sulla Bibbia che sono veramente andati sulla Luna. Informazioni a tal riguardo sono reperibili qui:
moonmovie.com/moonmovie

L’ultimo astronauta che appare nel suo filmato butta fuori di casa Bart e il suo cameraman, ma dimentica di avere addosso ancora il microfono; si sente il figlio dell’astronauta domandare al padre:

“Vuoi chiamare la CIA così te li fa fuori tutti e due?”


È possibile che agli astronauti sia stato detto che avrebbero beneficiato di tutta la protezione necessaria, incluso l’omicidio di coloro che avrebbero tentato di smascherare la bufala delle missioni Apollo?

In questo caso, la chiamate telefoniche alla CIA sarebbero interessanti:

Buon giorno! Quartier generale della CIA. Come posso esservi utile?

Passami George Tenet.

Mi scusi, è in riunione. Chi lo desidera?

Sono uno degli astronauti dell’Apollo! Non mi interessa con chi sia in riunione! Passamelo! Subito!

Pronto?

Ciao, George, voglio che mi facciate fuori uno. Si chiama Bart Sibrel. Vive nel Tennessee. Questa volta... uh,...  non sparategli! Annegatelo nel Mississippi. E sbrigatevi!

Sì, Signore! Vuole una bibita con l’omicidio?

Non fare lo spiritoso o faccio annegare anche te, come quell’altro spiritoso, Dulles.

Quello era Colby, non Dulles. Non ha visto il filmato Desperate Wives [Mogli Disperate] al sito internet HugeQuestions.com?

Non ricordo i tuoi fottut... nomi! Chiudi il becco e fà il tuo mestiere!